Seleziona una tipologia di norme    

Comunitarie
Nazionali
Province Autonome
Regionali

D.P.R. 59/2013 AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

Entrerà in vigore il 13 giugno il D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 "Regolamento recante la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale, a norma dell'articolo 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35. (13G00101)" (GU n.124 del 29-5-2013 - Suppl. Ordinario n. 42): Il D.P.R., con l’introduzione dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), semplifica gli adempimenti che gravano sulle PMI e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) >>Leggi testo del DPR

 


DL 63 del 4 giugno 2013

Testo del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 130 del 5 giugno 2013), coordinato con la legge di conversione 3 agosto 2013, n. 90 (in questa stessa Gazzetta Ufficiale alla pag. 3), recante: « Disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonchè altre disposizioni in materia di coesione sociale.». (GU n.181 del 3-8-2013)
Si proroga fino al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale innalzandola al 65% da usufruire in 10 rate annuali di pari importo.
Il provvedimento approvato recepisce la direttiva 2010/31/UE e che mira a favorire la riqualificazione e l’efficienza energetica del patrimonio immobiliare italiano.
Il nuovo decreto legge sulla Detrazione 65% si pone cinque obiettivi:
1. promozione del miglioramento della prestazione energetica degli edifici;
2. sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici;
3. sostegno alla diversificazione energetica;
4. promozione della competitività dell’industria nazionale attraverso lo sviluppo tecnologico;
5. conseguimento degli obiettivi nazionali in materia energetica e ambientale.

Così, per le spese documentate sostenute a partire dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 30 giugno 2014 (per le ristrutturazioni che comprendono almeno il 25% della superficie totale dell’immobile), spetterà la detrazione dell’imposta lorda.
Per quanto riguarda la Detrazione 50% sulle ristrutturazioni edilizie, oltre a confermare la proroga al 31 dicembre 2013, vengono compresi tra i lavori agevolabili anche gli interventi sui mobili fissi (bagni, cucine, armadi a muro, ecc.) e sull’adeguamento alle normative antisismiche.
- Decreto legge sulla proroga della Detrazione 65%
- Allegato 1 allo schema di decreto legge (bozza)
- Relazione illustrativa allo schema di decreto legge
- Relazione tecnica allo schema di decreto legge
- Tabella di concordanza per il recepimento della direttiva 2010/31/UE
- Comunicato ufficiale del Governo dopo la riunione del Consiglio dei Ministri del 31 maggio 2013

 


DPR 75 del 16 aprile 2013

Decreto del Presidente Della Repubblica: Regolamento recante disciplina dei criteri di accreditamento per assicurare la qualificazione e l'indipendenza degli esperti e degli organismi a cui affidare la certificazione energetica degli edifici, a norma dell'articolo 4, comma 1, lettera c), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (GU n.149 del 27.06.2013) Entrata in vigore dal 12/07/2013
>>Scarica DPR
>>Leggi Nota Tecnica di sintesi del DPR


LEGGE 3 AGOSTO 2013, N. 90

Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, recante disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale. (GU n.181 del 3-8-2013)
Alcune novità rispetto al DL 63/2013:
- Art.2 lett.1-tricies: nuova definizione di impianto termico, il limite è 5 kW
- Art. 6 al punto 3-bis che reintroduce la nullità nel contratto di compravendita nel caso non sia allegato l'APE
- Art.13 che modifica l'art.17 (Clausola di cedevolezza)
- Art.14 è stato eliminato l'ultimo periodo del primo comma, quindi rientrano nella detrazione del 65% tutti gli interventi per i quali era possibile ottenere il 55% (incluso le pompe di calore)
- Art.17-bis requisiti degli impianti termici
>>Leggi Testo Legge 90/2013


Decreto n. 290 13.12.2012

Non è più ammessa l'autodichiarazione in classe G del proprietario, a stabilirlo è il Decreto pubblicato su GU n.290 del 13/12/12 che apporta delle modifiche al decreto  26 giugno 2009, recante: «Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici.» Il Decreto nasce dall'esigenza di rispondere in maniera completa alle prescrizioni della Direttiva Europea 2002/91/CE, e soprattutto in riscontro alla procedura di infrazione aperta dalla Commissione Europea nei confronti dell'Italia proprio a causa dell'autodichiarazione, non consentita a livello europeo. Il Decreto apporta anche delle precisazioni in merito ai casi di esclusione dall'obbligo del certificato, riferiti in particolare a ruderi e a immobili a rustico incompleti in cui è stata realizzata la sola struttura portante. >> Leggi il Decreto


D.lgs. 28/2011

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale – supplemento ordinario n. 81 alla GU n. 71 il 28 marzo – il controverso d.lgs. 28 approvato il 3 marzo 2011, recante ‘attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili’, e ‘modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE’
In relazione alla certificazione energetica degli immobili oggetto di compravendita si sottolinea che il Dlgs di attuazione della direttiva 28/2009/CE art. 13, capo II, comma 2-ter e 2-quater recita:
“Nei contratti di compravendita o di locazione di edifici o di singole unità immobiliari è inserita apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certificazione energetica degli edifici.
Nel caso di locazione, la disposizione si applica solo agli edifici e alle unità immobiliari già dotate di attestato di certificazione energetica ai sensi dei commi 1, 1-bis, 1-ter e 1-quater
Nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unita' immobiliari, a decorrere dal 1° gennaio 2012 gli annunci commerciali di vendita riportano l'indice di prestazione energetica contenuto nell'attestato di certificazione energetica”
SACERT ritiene sia un importante passo in avanti per la promozione della certificazione di qualità verso gli utenti finali, sicuramente da attuare in collaborazione con i Notai e le Agenzie Immobiliari.
>> Testo Dlgs n°28 del 3/3/2011 (fonte Tuttonormel)


D.P.R. n. 59 del 2 aprile 2009

Regolamento di attuazione dell'articolo 4, comma 1, lettere a) e b), del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, concernente attuazione della direttiva 2002/91/CE sul rendimento energetico in edilizia. 
GU n. 132 del 10-6-2009

10 giugno 2009 - Pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica che va a definire le metodologie di calcolo e i requisiti minimi per la prestazione energetica degli edifici e degli impianti termici per la climatizzazione invernale e per la preparazione dell’acqua calda per usi igienici sanitari, attuando le misure previste alle lettere a) e b) dell’Articolo 4 comma 1 del
d.lgs. 192/05[1].

 Relativamente all’edilizia sovvenzionata convenzionata, nonché all’edilizia pubblica e privata anche riguardo alle ristrutturazioni di edifici esistenti, nel provvedimento sono definiti criteri per la progettazione di edifici e per la progettazione, esercizio, manutenzione e ispezione degli impianti termici, in particolare sulle metodologie per il calcolo del fabbisogno energetico (Articolo 3) riconosciute a livello nazionale (da coordinare a livello regionale) e sui requisiti minimi per edifici e impianti (Articolo 4) che garantiscono il raggiungimento degli obiettivi di efficienza energetica posti a livello nazionale. Viene poi introdotto, per gli edifici di nuova costruzione o completamente ristrutturati, un limite alla prestazione energetica dell’involucro edilizio al fine di contenere l’utilizzo degli impianti per il raffrescamento estivo (Articolo 4 comma 3).

L’Articolo 4, in particolare, fissa i requisiti minimi della prestazione energetica degli edifici nuovi ed esistenti confermando quelli del d.lgs. 311/06, con l’aggiunta di ulteriori disposizioni, tra le quali:

  • precisazioni in merito ai valori di trasmittanza limite per le chiusure apribili dell’edificio (quali porte, finestre, ecc.);
  • introduzione di limitazioni alla decentralizzazione degli impianti termici e disposizioni per un graduale passaggio alla contabilizzazione del calore in presenza di impianti di riscaldamento condominiali;
  • nel caso di nuove costruzioni o di ristrutturazioni importanti di edifici dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, sono stati introdotti dei requisiti specifici minimi inerenti il rendimento energetico, i limiti di emissione del generatore e l’isolamento dell’involucro edilizio (commi 12 e 13);
  • una valutazione di utilizzo, in presenza di ristrutturazioni di edifici esistenti, di sistemi schermanti o filtranti per le superfici vetrate sempre ai fini contenere l’oscillazione termica estiva negli ambienti (commi 18, 19 e 20).

Si ritiene una novità importante di questo provvedimento l’introduzione all’Articolo 4 comma 15 dell’obbligo nel caso di nuove costruzioni o ristrutturazioni di immobili pubblici o ad uso pubblico, di ridurre del 10%i limiti del fabbisogno imposti dal d.lgs. 311/06, rendendo cogente l’installazione di impianti centralizzati per la climatizzazione invernale.

>>Testo del D.P.R. 59/09





[1]  “Art. 4. Adozione di criteri generali, di una metodologia di calcolo e requisiti della prestazione energetica
1. Entro centoventi giorni dalla data di entrata in vigore del presente decreto, con uno o più decreti del Presidente della Repubblica, sono definiti:
a) i criteri generali, le metodologie di calcolo e i requisiti minimi finalizzati al contenimento dei consumi di energia e al raggiungimento degli obiettivi di cui all'articolo 1, tenendo conto di quanto riportato nell'allegato «B» e della destinazione d'uso degli edifici. Questi decreti disciplinano la progettazione, l'installazione, l'esercizio, la manutenzione e l'ispezione degli impianti termici per la climatizzazione invernale ed estiva degli edifici, per la preparazione dell'acqua calda per usi igienici sanitari e, limitatamente al settore terziario, per l'illuminazione artificiale degli edifici;
b) i criteri generali di prestazione energetica per l'edilizia sovvenzionata e convenzionata, nonché per l'edilizia pubblica e privata, anche riguardo alla ristrutturazione degli edifici esistenti e sono indicate le metodologie di calcolo e i requisiti minimi finalizzati al raggiungimento degli obiettivi di cui all'articolo 1, tenendo conto di quanto riportato nell'allegato «B» e della destinazione d'uso degli edifici (…omissis…)”.


Decreto Ministeriale 26/06/09

Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica degli Edifici
Pubblicato il 10 luglio 2009 in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale 26/06/09 contenente le Linee Guida Nazionali per la Certificazione Energetica degli Edifici
G.U. n.158 del 10 Luglio 2009
>>Scarica PDF 


Decreto 24 aprile 2008 - Finanziaria

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 Aprile 2008 il Decreto "Disposizioni in materia di detrazione per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n. 296" >> Scarica PDF (91kB)  -  >> Scarica testo integrato


Decreto Attuativo Finanziaria 2008

18 Marzo 2008 - Decreto Attuativo Finanziaria 2008 - E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 18 marzo 2008 il Decreto che definisce i limiti di fabbisogno energetico e trasmittanza previsti per poter accedere alle detrazioni del 55% in  base alla finanziaria 2008. I valori limite di fabbisogno e di trasmittanze sono quelli previsti dal d.lgs. 311 per il 2010 fino al 31 dicembre 2009, e vengono ridotti ulteriormente in maniera variabile dal 15 al 20%  dal 1 gennaio 2010. Vengono inoltre definiti i requisiti previsti per la sostituzione degli impianti tradizionali con impianti a biomassa. Scarica PDF Decreto e Allegati (183KB)


Decreto Legislativo n.115/2008

Pubblicato sulla G.U n.154 del 4 luglio 2008 il Decreto legislativo in attuazione della Direttiva 2006/32/CE relativa all'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici e abrogazione della Direttiva 93/76/CEE. È stato approvato dal Consiglio dei Ministri nella seduta del 30 Maggio 2008 il decreto legislativo che recepisce la direttiva europea 2006/32/CE in materia di efficienza energetica degli usi finali dell’energia e servizi energetici. Tra gli altri argomenti:
- definisce in caso di riqualificazione energetica di edifici esistenti ed edifici nuovi con elevate prestazioni energetiche, le nuove modalità per il computo nella determinazione dei volumi, delle superfici e dei rapporti di copertura e deroghe a quanto previsto in merito a distanze minime tra edifici, dalla protezione dal nastro stradale, nonché dalle altezze massime degli edifici (Art. 11)
- definisce gli obblighi di efficienza energetica nel settore pubblico (Capo IV)
- definisce i requisiti e le prestazioni che qualificano il contratto servizio energia (Allegato II)
- definisce le metodologie di calcolo e i requisiti dei soggetti per l’esecuzione delle diagnosi energetiche e la certificazione energetica degli edifici:  approvate in via legislativa le norme tecniche UNI TS 11300 pubblicate dall’UNI a maggio per il calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e per la certificazione energetica. CTI o UNI   garanti sui software di calcolo (Allegato III). [fonte: ANIT]


>>Sintesi e commenti
>>Testo del d.lgs. 115/08 (a cura di ANIT)
>>Comunicato stampa della seduta 30 Maggio 2008 del Consiglio dei Ministri
>>Testo della direttiva europea 2006/32/CE
>>Testo dello schema di recepimento della direttiva 2006/32/CE di Febbraio 2008


Decreto Attuativo FInanziaria

Ministero dell'Economia e delle FInanze e Ministero dello Sviluppo Economico "Disposizioni in materia di detrazioni per le spese di riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente, ai sensi dell'articolo 1, comma 349, della legge 27 dicembre 2006, n. 296" - Scarica PDF (391 KB)


Decreto nuovo Conto Energia

19 febbraio 2007 - Ministero dello Sviluppo Economico e Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare "Criteri e modalità per incentivare la produzione di energia elettrica mediante conversione fotovoltaica della fonte solare, in attuazione dell'art. 7 del decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387" - Scarica PDF (112 KB)


Legge Finanziaria 2008

24 Dicembre 2007 - Legge Finanziaria n.244 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale  e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2008)" Scarica PDF (193KB)


D.lgs. 192/05 e 311/06 integrati

Testo integrato a cura di SACERT del d.lgs. 192/05 con modifiche del d.lgs. 311/06
>> Scarica PDF (234 KB)
>> Chiarimenti all'applicazione del 192/05 e s.m.i.


D.lgs. 311/06 Testo e Allegati

29 Dicembre 2006 - Decreto legislativo n. 311 "Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192, recante attuazione della direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico
nell'edilizia"
(pubblicato sulla GU n. 26 del 01/02/2007 - Suppl. Ordinario n.26) - Scarica PDF Testo (44 KB) - Scarica PDF Allegati (1,05 MB)


D.lgs. 192/05 Testo e Allegati

19 Agosto 2005 - Testo aggiornato del decreto legislativo n.192 "Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia" Corredato delle relative note e allegati - Scarica PDF (1,25 MB)


Decreto attuazione art. 4 legge 10/91

27 luglio 2005 - Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti "Norma concernente il regolamento d'attuazione della legge 9 gennaio 1991, n. 10 (articolo 4, commi 1 e 2), recante: Norme per l'attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo
delle fonti rinnovabili di energia"
(pubblicato in G.U. n. 178, 02/08/2005, p. 13) - Scarica PDF (161 KB)


Decreti Efficienza Energetica - Schede Tecniche 2004

27 Ottobre 2004 - "Proposte di schede tecniche per la quantificazione dei risparmi di energia primaria relativi agli interventi di cui all’art. 5, comma 1, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004" - Scarica PDF (1,6 MB)


Decreto Efficienza Energetica - Elettrico

20 Luglio 2004 - Decreto Marzano sull'efficienza energetica riferita al settore Elettrico- "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi per l'incremento dell'efficienza energetica negli usi finali di energia, ai sensi dell'art. 9, comma 1, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79" (pubblicato sulla G.U. n. 205 del 01/09/2004) - Scarica PDF (201 KB)


Decreto Efficienza Energetica - Gas

20 Luglio 2004 - Decreto Marzano sull'efficienza energetica riferita al settore Gas- "Nuova individuazione degli obiettivi quantitativi nazionali di risparmio energetico e sviluppo delle fonti rinnovabili, di cui all'art. 16, comma 4, del decreto legislativo 23 maggio 2000, n. 164" (pubblicato sulla GU n. 205 del 01/09/2004) - Scarica PDF (199 KB)


Decreti Efficienza Energetica - Schede Tecniche 2001

Schede Tecniche (2001) allegate al Decreto Efficienza Energetica - Scarica PDF (153 KB)


D.P.R. 551/99

21 Dicembre 1999 - Decreto del Presidente della Repubblica n. 551 "Regolamento recante modifiche al decreto del Presidente della Repubblica 26 agosto 1993, n. 412, in materia di progettazione, installazione, esercizio e manutenzione degli impianti termici degli edifici, ai fini del contenimento dei consumi di energia" (pubblicato in GU n.81, 06/04/2000) - Scarica PDF (385 KB)


D.P.R. 412/93

26 agosto 1993 - Decreto del Presidente della Repubblica n. 412 "Regolamento recante norme per la progettazione, l'installazione, l'esercizio e la manutenzione degli impianti termici degli edifici ai fini del contenimento dei consumi di energia, in attuazione dell'art. 4, comma 4, della legge 9 gennaio 1991, n. 10" (pubblicato sul Supplemento ordinario in GU n.242, del 14/10/1993) - Scarica PDF (409 KB)


Legge 10/91

09 Gennaio 1991 - Legge n. 10 "Norme per l'attuazione del Piano Energetico Nazionale in materia di uso razionale dell'energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia" (pubblicato in G.U. Suppl. Straord. n. 13 del 16/01/1991) - Scarica PDF (70 KB)