Benvenuto sul portale SACERT
Sei il visitatore numero
567148

Utenti registrati: 18817
Certificatori abilitati: 3644
Certificatori SACERT: 364


 

STATUTO
di SACERT


Aderire come
Socio Fondatore

(solo Enti Pubblici)

Socio Ordinario



 

                                                                           Segui SACERT su

Per l'eccellenza energetica  >>Scopri come richiedere il marchio
Per info: zeb@sacert.eu
Per l'aggiornamento
>>Calendario eventi
Per info: academy@sacert.eu
Perchè scegliere un Tecnico SACERT?
Come diventare un Tecnico certificato?
Cos'è il Certificato di Conformità?
>>Vai alla sezione dedicata
Campagna di divulgazione contro le certificazioni a basso costo
>>Vai alla sezione dedicata

Campagna di informazione per la trasparenza negli annunci immobiliari
>>Vai alla sezione dedicata


Analisi di esperienze pratiche di
audit termografici
martedi
27 maggio 14

Ore 09.00 - 18.00
 ASSIMPREDIL - Milano



FORMAZIONE QUALIFICATA  SACERT
TECNICI CERTIFICATORI ENERGETICI
DEGLI EDIFICI - TCE
AUDITOR TERMOGRAFICI
DEGLI EDIFICI - ATE
TECNICI ACUSTICI
EDILI - TAE
GREEN ENERGY
AUDITOR - GEA
Corsi in programmazione a VICENZA e LECCO
>>Iscriviti a un corso

Per info: infocorsi@sacert.eu
Corsi in programmazione

Per info: termografia@sacert.eu
Corsi in programmazione

Per info: www.anit.it
Corsi in programmazione

Per info: gea@sacert.eu


Prossimo ESAME per la certificazione delle competenze
>>Procedura di certificazione
delle compentenze
>>Procedura di certificazione
delle compentenze
>>Procedura di certificazione
delle compentenze
 


Convenzione SACERT-LOGICAL SOFT

SACERT ha stipulato una nuova convenzione molto vantaggiosa, dedicata ai soli Tecnici Certificatori iscritti a SACERT e agli abilitati, con Logical Soft.
>>SCARICA LA CONVENZIONE


ATTUAZIONE DELLA CE IN ITALIA: RAPPORTO 2013

Presentato il 12 dicembre a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico il "Rapporto 2013 sullo Stato di Attuazione della Certificazione Energetica degli Edifici" diffuso dal Comitato Termotecnico Italiano (CTI) con i risultati conseguiti nel 2012. La pubblicazione, nel corso del 2013, della legge n. 90 che recepisce la Direttiva 31/2010 (EPBD) potenzia, insieme ad altre misure approvate dal governo, gli strumenti di sostegno fiscali alla promozione dell’efficienza energetica degli edifici. “Il Rapporto 2013 - sottolinea il Direttore Generale per l’Energia Nucleare, le Energie rinnovabili e l’Efficienza Energetica del MISE Sara Romano nella presentazione dello studio - costituisce un indispensabile strumento per migliorare l’informazione sul tema della certificazione energetica e per accrescere la consapevolezza dei vantaggi che offre ai cittadini e alle imprese del settore”.
>>Scarica la Sintesi del Rapporto 2013


SISTEMA VENETO DI QUALITA' DELLE COSTRUZIONI

La Regione Veneto con la DGR 2227 del 3 dicembre 2013, pubblicata sul Bur n. 113 del 24 dicembre 2013, ha avviato l'iter per l'attivazione di un sistema volontario di certificazione della qualità energetico ambientale degli edifici.
Con la Legge regionale n. 3/2013, è stata integrata la Legge regionale n. 4/2007 "Iniziative ed interventi regionali a favore dell'edilizia sostenibile", prevedendo la costituzione di un sistema regionale volontario di certificazione della sostenibilità energetico ambientale degli edifici.
Con la DGR 2227/2013 ha approvato con la società Veneto Innovazione S.p.A. lo "Schema di convenzione per lo svolgimento delle attività per la realizzazione e gestione del sistema regionale di certificazione della sostenibilità energetico–ambientale", che stabilisce le azioni generali da intraprendere nell'arco della durata della convenzione stessa e quelle da realizzare nel primo anno di attività, fissando le modalità operative generali.
Il marchio da utilizzare nella certificazione della sostenibilità energetico ambientale degli edifici pubblici e privati sarà denominato "Sistema veneto di qualità delle costruzioni" e verrà costituito un tavolo di lavoro tra Regione, Veneto Innovazione e Agenzia CasaClima con il compito di definire i criteri e le procedure operative del nuovo sistema di certificazione.
Le attività di audit relative agli edifici pubblici potranno essere svolte dai tecnici delle Ater del Veneto, adeguatamente formati.


AUTORIZZAZIONI MINISTERIALI PER I CORSI

MSE ha pubblicato lo schema di procedura per il rilascio dell’autorizzazione allo svolgimento dei corsi di formazione per la certificazione energetica degli edifici. Secondo quanto previsto dall’articolo 2 comma 5 del d.P.R. 75/13, potranno essere svolti a livello nazionale da:
• Università
• Organismi ed Enti di ricerca
• Consigli, ordini e collegi professionali

Lo schema di procedura contiene le modalità di presentazione delle richieste di autorizzazione. Gli esiti della valutazioni saranno comunicati ai richiedenti, entro 45 giorni dalla presentazione della richiesta, a cura della Divisione VII – Efficienza energetica e risparmio energetico - della Direzione generale per l’energia nucleare, le energie rinnovabili e l’efficienza energetica del MISE.
L’autorizzazione avrà durata triennale, consentendo entro questo periodo di validità, di replicare il corso secondo le modalità autorizzate.
L’elenco dei corsi autorizzati sarà pubblicato sul sito web del Ministero dello Sviluppo Economico.


LEED E URBANISTICA

Segnaliamo la pubblicazione su Energies, una rivista internazionale on-line prestigiosa, di un articolo frutto di una ricerca svolta dal Dipartimento ABC del Politecnico di Milano:
G. Dall’O’, A. Galante, N. Sanna, K. Miller
"On the Integration of Leadership in Energy and Environmental Design (LEED)® ND Protocol with the Energy Planning and Management Tools in Italy: Strengths and Weaknesses"
L’articolo propone una possibile integrazione tra gli strumenti di pianificazione tradizionali e il protocollo LEED Quartieri.
>>Leggi e scarica l'articolo


NIENTE ESAME DI AGGIORNAMENTO ISCRITTI ORDINI E COLLEGI

I professionisti iscritti agli Ordini o ai Collegi non dovranno sostenere l'esame previsto dopo 5 anni di iscrizione all'elenco lombardo dei certificatori energetici come previsto dalla legge regionale 5 del 31.07.13 all'art. 9 comma 4 


ANALISI MULTICRITERIA E PAES

Segnaliamo la pubblicazione su Energies, una rivista internazionale on-line prestigiosa, di un articolo frutto di una ricerca svolta dal Dipartimento ABC del Politecnico di Milano e dal Dipartimento DIGEP del Politecnico di Torino:
G. Dall’O’, M.F. Norese, A. Galante, C. Novello
"A Multi-Criteria Methodology to Support Public Administration Decision Making Concerning Sustainable Energy Action Plans"
L’articolo propone un nuovo approccio alla scelta delle azioni prioritarie da indicare nei Piani di Azione per l’Energia Sostenibile, attraverso l’utilizzo dell’analisi multicriteria.
>>Leggi e scarica l'articolo


LEGGE 3 AGOSTO 2013 n. 90

E' stata pubblicata sulla GU, la "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, recante disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla commissione europea, nonche' altre disposizioni in materia di coesione sociale". (GU n.181 del 3-8-2013)
Alcune novità rispetto al DL 63/2013:
- Art.2 lett.1-tricies: nuova definizione di impianto termico, il limite è 5 kW
- Art. 6 al punto 3-bis che reintroduce la nullità nel contratto di compravendita nel caso non sia allegato l'APE
- Art.13 che modifica l'art.17 (Clausola di cedevolezza)
- Art.14 è stato eliminato l'ultimo periodo del primo comma, quindi rientrano nella detrazione del 65% tutti gli interventi per i quali era possibile ottenere il 55% (incluso le pompe di calore)
- Art.17-bis requisiti degli impianti termici
>>Leggi Testo Legge 90/2013


TERMOGRAFIA E INDAGINI QUANTITATIVE

Segnaliamo la pubblicazione su Energies, una rivista internazionale on-line prestigiosa, di un articolo frutto di una ricerca svolta dal Dipartimento ABC del Politecnico di Milano:
G. Dall’O’, L. Sarto, A. Panza "Infrared Screening of Residential Buildings for Energy Audit Purposes: Results of a Field Test"
L’articolo analizza le potenzialità dell'utilizzo della termografia per indagini quantitative di primo livello sulle prestazioni energetiche delle pareti opache degli edifici esistenti.
>>Leggi e scarica l'articolo


ATTESTATO DI PRESTAZIONE ENERGETICA

ll 6 giugno 2013 è entrato in vigore il decreto legge 4 giugno 2013, n.63 recante il recepimento della direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell’edilizia.  Con tale provvedimento viene soppresso l’attestato di certificazione energetica (ACE) e introdotto, in suo luogo, l’attestato di prestazione energetica (APE), rispondente ai criteri indicati dalla dirett iva 2010/31/UE.

Fino all’emanazione dei decreti previsti dall’articolo 4, si adempie alle prescrizioni di cui al decreto legge stesso redigendo l’APE secondo le modalità di calcolo di cui al decreto del Presidente della Repubblica 2 aprile 2009, n.59, fatto salvo nelle Regioni che hanno provveduto ad emanare proprie disposizioni normative in attuazione della direttiva 2002/91/CE in cui, in forza dell’articolo 17 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n.192, si seguirà ad applicare la normativa regionale in materia.
Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico
>> Leggi la circolare di chiarimento


AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE

Entrerà in vigore il 13 giugno il D.P.R. 13 marzo 2013, n. 59 "Regolamento recante la disciplina dell'autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione integrata ambientale, a norma dell'articolo 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35. (13G00101)" (GU n.124 del 29-5-2013 - Suppl. Ordinario n. 42): Il D.P.R., con l’introduzione dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA), semplifica gli adempimenti che gravano sulle PMI e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), >>Leggi testo del DPR


REQUISITI ACUSTICI PASSIVI: ILLEGITTIMA LA NON APPLICABILITĄ NEI RAPPORTI TRA PRIVATI

Con Sentenza n. 10/2013 del 22/05/2013 la Corte Costituzionale ha impugnato l’art. 15, c. 1°, lett. c), della legge 04/06/2010, n. 96 recante “Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee – Legge comunitaria 2009″, sostitutivo dell’art. 11, c. 5°, della legge 07/07/2009, n. 88 avente ad oggetto la disciplina relativa ai requisiti acustici passivi degli edifici e dei loro componenti.
Con la Sentenza n. 10/2013 viene sancita l’illegittimità costituzionale della norma che prevedeva l’inapplicabilità nei rapporti tra privati e, in particolare, fra costruttori – venditori e acquirenti di alloggi delle previsioni recate dal DPCM 05/12/1997 sino all’emanazione dei decreti legislativi per il riassetto e la riforma delle disposizioni vigenti in materia di acustica architettonica.
>> Leggi la sentenza
>> Consulta art. 15 comma 1 lettera c) della legge 96/2010


Agenda